L' Assistenza Contabile e Fiscale dalla Riforma Tributaria ad oggi

 

S.R.L. -  LE PRINCIPALI DIFFERENZE TRA VECCHIO E NUOVO REGIME

 

 

VECCHIO REGIME

NUOVO REGIME

Conferimenti

Solo crediti, denaro e beni in natura

Ogni elemento utile per il proficuo svolgimento dell'impresa sociale

Partecipazioni

Sempre corrispondenti alla quota sottoscritta

Anche indipendenti dalla quota

Versamenti minimi

Tre/decimi

25 per cento

Durata della società

Fissata obbligatoriamente

Anche a tempo indeterminato

Recesso

Limitato a precise ipotesi di legge

Ammesso in ipotesi molto ampliate

Diritto del socio recedente

Liquidazione della quota sulla base dell'ultimo bilancio

Liquidazione sulla base del valore di mercato

Amministrazione

Riservata al Consiglio di Amministrazione

Assegnata liberamente al Consiglio o ai soci

Decisioni

Attraverso apposita delibera

Anche attraverso modalità informali

Controllo dei soci sull'amministrazione

Limitate possibilità

Maggiore spazio e maggiore possibilità di iniziativa

Bilancio

Ammissione di poste  di esclusiva rilevanza fiscale

Maggiore prevalenza della sostanza sulla forma.                       Abolizione delle "interferenze fiscali"

Estratto da inserto “Leggi Illustrate” n° 10 – Ottobre 2003
 

LA COSTITUZIONE DELLA S.R.L.

 

 

NUOVA DISCIPLINA

Capitale minimo

10.000 Euro

Versamento minimo del 25%

Anche sostituibile dalla stipula di polizza assicurativa o fideiussione bancaria

Socio unico

Persona fisica o persona bancaria

Indirizzo della società

Non più obbligatorio nell'atto costitutivo possibilità di scelta tra diverse tipologie (indispensabile solo l'indicazione del Comune)

Organi della società

Possibilità di scelta tra diverse tipologie organizzative

Deposito dell'atto

Entro venti giorni a cura del notaio o degli amministratori

Estratto da inserto “Leggi Illustrate” n° 10 – Ottobre 2003  

 

STRUTTURA E ORGANIZZAZIONE DELLA S.R.L.

 

NUOVA DISCIPLINA

Tipologia organizzativa

Varie possibilità a scelta, tra cui:

  • Amministratore unico

  • Consiglio di Amministrazione - collegiale o non collegiale

  • Pluralità di amministratori con poteri congiunti - anche solo per determinate operazioni

  • Pluralità di amministratori con poteri disgiunti

Rappresentanza generale della società

Spetta agli amministratori

Assemblea

Modalità di convocazione

Abolita la distinzione tra ordinaria e straordinaria

Stabile dell'atto costitutivo
(in mancanza, lettera raccomandata spedita almeno 8 giorni prima)

Decisioni

Assumibili anche al di fuori dell'assemblea, con le modalità previste dall'atto costitutivo.
Gli amministratori e i soci possono decidere anche mediante consultazione scritta o mediante consenso espresso in forma scritta.

Collegio sindacale

Obbligatorio per srl con capitale sociale non inferiore a 120.000 euro o che per due esercizi consecutivi hanno superato determinati limiti di attivo, fatturato e/o dipendenti.
Le altre possono nominare, a scelta un collegio sindacale o un revisore unico

Poteri di controllo dei soci

Diritto di avere notizie dagli amministratori sugli affari sociali. Possibilità di controllare libri e documenti anche tramite un professionista di fiducia.

Estratto da inserto "Leggi Illustrate" n° 10 - Ottobre 2003

 

LIBRI, BILANCI E SCIOGLIMENTO

 

NUOVA DISCIPLINA

Libro delle decisioni dei soci.
Libro delle decisioni del consiglio di amministrazione

Sostituiscono i precedenti libri delle Assemblee dei soci e delle Adunanze del Consiglio

Norme transitorie sui bilanci

Eliminazione delle interferenze fiscali; evidenziazione della fiscalità differita (imposte anticipate o differite); evidenziazione dei finanziamenti dei soci

Norme transitorie sui bilanci

  • Per esercizi chiusi entro il 31.12.03 : si applicano le norme anti-riforma

  • Per esercizi chiusi tra il 1° gennaio e il 30 settembre '04: vecchie o nuove norme, a scelta

Approvazione del bilancio

Possibile anche mediante consultazione scritta o sulla base del consenso espresso per iscritto

Controllo

Il collegio sindacale effettua il solo controllo legale dei conti

Scioglimento della società

Ammessa la revoca dello stato di liquidazione, garantendo ai soci dissenzienti la possibilità di recesso

Estratto da inserto "Leggi Illustrate" n° 10 - Ottobre 2003

 

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE NORME TRANSITORIE

Fino all' 1/1/2004

Statuti di spa, sapa e srl: le società costituite prima dell'1/1/2004 possono, in sede di costituzione o modificazione dello statuto, adottare clausole statutarie conformi alla riforma. Dette clausole avranno efficacia soltanto dopo l'1/1/2004 con l'iscrizione nel Registro delle Imprese e il deposito della nuova versione dello statuto.

Bilanci di spa, sapa, srl e cooperative: i bilanci degli esercizi chiusi fino al 31/12/2003 sono redatti tenendo conto delle attuali disposizioni

Dall'  1/1/2004

Atti costitutivi e statuti di spa, sapa, srl e cooperative: le società costituite dopo l'1/1/2004 devono tenere conto in tali atti delle nuove disposizioni.
Le società costituite prima dell' 1/1/2004 ma iscritte nel Registro delle Imprese dopo tale data devono attenersi alle nuove regole

Bilanci di spa, sapa, srl e cooperative: i bilanci degli esercizi chiusi dall' 1/1/2004 fino al 30/09/2004 (31/12/2004 per le cooperative) possono essere redatti secondo le attuali disposizioni ovvero le nuove regole.

30/09/2004

 Statuti di spa, sapa e srl: termine ultimo per adeguare lo statuto da parte delle società già iscritte nel Registro delle Imprese all' 1/1/2004

Bilanci di spa, sapa e srl: i bilanci degli esercizi chiusi dopo il 30/09/2004 sono redatti tenendo conto delle nuove regole.

31/12/2004

Statuti di cooperative: termine ultimo per adeguare lo statuto da parte delle società già iscritte al Registro delle Imprese all' 1/1/2004.

Bilanci di cooperative: i bilanci degli esercizi chiusi dopo il 31/12/2004 sono redatti tenendo conto delle nuove regole.

Estratto da Monografia n° 8 "Notiziario SEAC".

 

A Sondrio dal Lunedì al Venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 17, VENITE A TROVARCI !!!