L' Assistenza Contabile e Fiscale dalla Riforma Tributaria ad oggi
 

Sondrio, 28 Ottobre 1998

 

OGGETTO: SISTEMA HACCP ovvero igiene dei prodotti alimentari
D-Lgs 26/05/97 N.155  G.U. 13/06/97  entrato in vigore il  28/06/97

 

SOGGETTI INTERESSATI: tutte le ditte che effettuano la preparazione, la trasformazione, la fabbricazione, il confezionamento, il deposito, il trasporto, la distribuzione, la manipolazione, la vendita e la somministrazione di prodotti alimentari vi rientrano pertanto a titolo esemplificativo ( e non esaustivo ):
     - ristoranti, pizzerie, trattorie, mense, tavole calde e fredde ecc...
     - negozi al dettaglio di alimentari, ortofrutta, macellerie, ecc...
     - grossisti e confezionatori alimentari;
     - ambulanti alimentari;
     - panifici, pasticcerie, gelaterie, pizzerie al trancio, ecc...
     - rosticcerie e gastronomie;
     - agenti alimentari con deposito;
     - trasportatori di derrate alimentari con o senza camion frigoriferi.

 

Il SISTEMA HACCP ( Hazard analysis critical control points - analisi dei rischi e controllo dei punti critici )


Il decreto in oggetto affianca alle operazioni di controllo degli organi di vigilanza sanitaria (A.S.L. e N.A.S.) l’obbligo per le aziende di effettuare con AUTOCERTIFICAZIONE, un controllo preventivo sulla sicurezza igienica dei prodotti alimentari, consistente nell’identificazione delle fasi della lavorazione - conservazione -manipolazione - vendita che potrebbero rivelarsi critiche per la sicurezza igienica degli alimenti, individuando altresì le opportune misure e procedure di sicurezza da applicare e da mantenere costantemente aggiornate per evitare l’inquinamento igienico degli alimenti.


RESPONSABILE DELL' AUTOCONTROLLO

Sono considerati responsabili il titolare della ditta, ovvero un dipendente o collaboratore (socio, familiare, etc..) a ciò espressamente delegato.


TERMINI E SCADENZE

1. Predisposizione del piano generale di autocontrollo e nomina del responsabile 28 Giugno 1998
    ( termine scaduto) escluso gli ambulanti per i quali il termine è quello del 13 Dicembre 1998;
2. Applicazione delle sanzioni amministrative dal 30 Giugno 1999;
3. Applicazione delle sanzioni penali : immediata.


SANZIONI

A.  Amministrative

Mancata messa a disposizione delle autorità del piano di autocontrollo:
da 2 a 12 Milioni;
Mancata o errata attuazione del sistema di autocontrollo:
da 3 a 18 Milioni;
Mancato ritiro dal commercio di prodotti a rischio immediato per la salute:
da 10 a 60 Milioni.

B.  Penali         in caso di:

Mancato rispetto dei termini concessi dall'autorità per adempiere agli obblighi;
Mancato ritiro dal commercio di prodotti a rischio immediato per la salute
e se ciò comporta pericolo  per la salubrità e sicurezza dei prodotti alimentari:
arresto fino ad un anno e ammenda da lire 6.000.000 a 60.000.000.


PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO GENERALE DI AUTOCONTROLLO ALIMENTARE (HACCP) SI CONSIGLIA DI RIVOLGERSI ALLA PROPRIA ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA OPPURE AD AZIENDE SPECIALIZZATE NEL SETTORE.


NOTA:

Si ricorda inoltre che negli esercizi di vendita di sostanze alimentari è obbligatorio indossare GIACCA o SOPRAVESTE DI COLORE CHIARO e COPRICAPO che contenga la capigliatura

(art. 42 D.P.R. 327/80).

 
A Sondrio dal Lunedì al Venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 17, VENITE A TROVARCI !!!